Galleria Romana del Furlo

In epoca romana, in corrispondenza del punto più stretto della gola, venne scavata una galleria.

Tale galleria, creata per volere dell’Imperatore Vespasiano, fu costruita per facilitare sia il passaggio delle persone che dei mezzi, tale galleria prese il nome di “Petra Pertusa” o anche “Forolum”, da cui il nome Furlo.

Già gli Etruschi avevano realizzato una piccola galleria, subito caduta in disuso, a fianco di questa romana, a fianco della galleria sorge inoltre un piccolo edificio sacro, che prende il nome di Chiesetta della Botte.

Secondo le iscrizioni riportate in una lastra sulla galleria, i lavori sarebbero stati terminati nel 77 d.C.

La galleria è stata interamente realizzata con scalpelli, è lunga 38,30 mt, raggiunge un’altezza massima di 5,95 mt ed una larghezza di 5,47 mt.